Cerchi e spazi – servizi di psicologia

Diventare genitori cambia totalmente il nostro modo di vivere. Ci ritroviamo con il baricentro delle nostre abitudine spostate verso i figli, affrontiamo nuove situazioni, entriamo in una dimensione diversa dalla precedente. É un periodo molto bello della vita e ci si sente con una grande carica di energia addosso. A volte però, per tutti i motivi che un genitore conosce benissimo, ci sentiamo un po’ persi, senza energia e da stimolare. Cosa fare?

Spazio “cerchi e spazi – servizi di psicologia”

logoLo spazio “cerchi e spazi – servizi di psicologia” nasce con l’obiettivo di fornire diversi servizi di supporto psicologico alla persona e alla famiglia. Anna Vailati e Monica Crespi hanno pensato di unire e integrare le loro competenze in un unico spazio, appunto, così da rispondere in modo coerente alle diverse necessità che via via emergono: a partire da un sostegno alle difficoltà degli adulti come singoli che portano un disagio, alla coppia – come coppia coniugale o coppia genitoriale-, ai figli, nelle difficoltà che possono esserci a livello relazionale, comportamentale, nei vari ambiti scolastico, familiare o sociale.

Anna Vailati e Monica Crespi

Anna e Monica

Anna Vailati e i suoi progetti

Anna Vailati è una psicologa clinica, psicodiagnosta e consulente per attività di valutazione e sviluppo del potenziale. Si occupa sia di patologia che di disagi e difficoltà che sono, o che rischiano di essere, fortemente impattanti (se non invalidanti) sulla vita della persona. Sta seguendo progetti molto interessanti legati alla genitorialità.

Come nascono “Mamma…che fatica!” e “Là fuori c’è un mondo!”?

Nascono da esperienze autobiografiche, in particolare vissute nel ruolo di mamma (non di neo-mamma bensì di bis-mamma!). Ad un certo punto infatti la mia necessità è stata quella di ritrovare una realizzazione personale più completa e non unicamente canalizzata nel ruolo appunto di mamma (bis). Riprendere allora spazi propri, riorganizzare figli e casa in un modo che consentisse anche a me di uscire dal microcosmo casalingo e di reinvestire su altro. Riprendere la dimensione lavorativa, che peraltro da consulente è già di per sé complicata e variegata, è stata …dura e faticosa! ecco che è nato “Mamma…che fatica!“, e “Là fuori c’è un mondo!” (il suo seguito), perché rimanere in una coerenza interna e in un’armonia di ruoli, come madre, come moglie e come persona non è sempre facile…in gioco ci sono molteplici aspetti, più parti di sé che spingono in direzioni spesso diverse a alcune volte addirittura contrarie e opposte tra loro; raramente la direzione è la stessa. Questo può essere fortemente faticoso, e anche destabilizzante…

Pare un po’ come trovare la quadratura del cerchio!!!

mammachefatica con sito

là fuori c'è un mondo!

Ci sono percorsi dedicate alle coppie?

Sempre in modo autobiografico (!) ho partorito il progetto “Coppia Coniugale e Coppia Genitoriale… sono la stessa Coppia?“. Perché prima ancora dei figli c’era la coppia, che c’è e ci deve essere ancora, che tuttavia per essere mantenuta viva e vivace richiede altrettante energie e investimento e dedizione.

I cerchi che si intrecciano, incrociano e sovrappongono sono dunque sempre di più…anche questo cerchio va in qualche modo fatto quadrare!

coppia sito

L’aspetto positivo della “crisi”

La crisi è occasione di cambiamento e di ristrutturazione, la difficoltà può avere una risoluzione positiva e generare un equilibrio e una condizione anche più funzionante di quella precedente. Quindi l’idea è di aiutare in questi momenti di crisi a capire dove sono le risorse che si hanno in potenza e come utilizzarle al meglio, per raggiungere un nuovo assetto psico emotivo, più stabile e armonioso.

 

Scrivi un commento

Ultimi articoli