Posts Tagged mamma

Prima di essere mamme, siamo Donne

comicbimbi_01Tra i vantaggi di essere mamma, non c’è da escludere le due feste che ricorrono ogni anno e che ci vedono protagoniste incontrastate: la Festa della Mamma e la Festa della Donna. In vista del nostro “giallo” 8 marzo, eccomi qui a ricordare a tutte le mammebollite, che prima di essere mamme, siamo Donne!

La giornata internazionale della donna nasce per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui purtroppo sono ancora oggetto.

Figlia, compagna, lavoratrice, mamma e, soprattutto, donna: teniamolo sempre a mente, noi  siamo  tutto questo, un insieme di ruoli che cerchiamo di conciliare al meglio. Certo, non è per niente facile, anche perché da quando si è mamme le priorità cambiano radicalmente, infatti sembra quasi che tu non possa essere nient’altro che questo. Un tempo ci si vestiva da battaglia, ci sentivamo donne senza bisogno dell’8 marzo. Tanto che quella data era solo un pretesto per uscire e divertirsi. Ora ti vesti comoda, anche perché la maggior parte delle volte hai a seguito la prole che la battaglia te la fanno fare realmente tra corse, oggetti che cadono e borse stra pesanti con dentro l’occorrente che manco nei loro primi mesi di vita ti portavi dietro. Ora l’8 marzo ti ricorda che per quanto tu possa essere cambiata, per quanto la tua vita possa essere stata stravolta, riesci a collimare tutti i tuoi ruoli proprio perché  SEI donna! E scusate se è poco, ma  c’è da esserne fiere!

Carnevale Bollito

Perché Carnevale Bollito? Già per il solo fatto che ne parliamo quasi in dirittura d’arrivo, non può che non essere bollito. La mammabollita inizia a pensare al carnevale con l’apertura di febbraio, facendo scorte di coriandoli, stelle filanti e butta l’occhio sui prezzi dei costumi per i travestimenti. Butta l’occhio è lì le rimane tra l’altro, perché trovare un vestito che costi meno di 20€ le farà perdere 2 settimane di tempo, arrivando così agli sgoccioli e all’ultimo senza avere idea precisa di cosa indosserà il figlio il giorno dei festeggiamenti!

Meno male che poi c’è sempre l’alternativa: la mammabollita che pensa anche all’economia domestica, decide infatti di buttarsi, o almeno si vorrebbe buttare, sul fai da te con un vestito originale (e a questo proposito vi rimando alla nostra bacheca Pinterest – Carnival Ideas, con tante idee strepitose, uniche, economiche e veloci per i travestimenti di tutta la famiglia). Il suo unico e vero ostacolo è naturalmente il tempo che le rimane a disposizione e anche quando arriva in anticipo sul festeggiamento, ha il figlio che le si ammala. Insomma, il carnevale per lei è per forza di cose bollito!

L’importante è però avere fatto scorta di tutto ciò che al figlio realmente interessa. 2014-03-08 14.38.19Sembrano astuti sin da piccoli, perché le stelle filanti non vengono mai prese seriamente in considerazione, forse perché i monelli già sanno che in realtà è il coriandolo il vero nemico della mamma! Quel pezzettino di carta colorata che la perseguiterà per almeno un anno, trovandoselo in tutte le borse, nelle tasche delle giacche, nei passeggini e nei pon pon dei cappelli invernali. E povera mammabollita, fa scorte di coriandoli sapendo che comunque non basteranno mai, visto e considerato che ai piccoletti non basta lanciarne manciate, ma sembra preferiscano svuotare il sacchetto direttamente a terra per poi in seguito, recuperarli da lì!

Se un tempo la sua ansia era schiuma da barba, uova e bombolette spray di stelle filanti, almeno adesso ha la semi certezza che festeggiando in piazza con la sua dolce creatura, il peggio che le potrebbe capitare è sedersi al posto del figlio al trucca bimbi dopo aver fatto una fila interminabile, esausta dal capriccio del figlio!

Buon Carnevale Bollito mamme!

 

 

Due chiacchiere con…

doppiaMammabollita

bozzetti a matita: doppia mammabollita

Oggi scambiamo due chiacchiere con Alessandra Mantegazza, moglie, mamma e soprattutto talentuosa illustratriceÈ proprio lei ad aver curato le divertenti e suggestive illustrazioni, che corredano i capitoli del libro di mammabollita, cogliendone la realtà con simpatia e semplicità.

Che lavoro svolgi?
Mi occupo di grafica e comunicazione. Quando ero in gravidanza, in uno dei miei momenti creativi, ho anche ideato una linea d’abbigliamento intimo spiritoso, fatto di vere e proprie caramelle.

Riesci a gestire bene la libera professione con il tuo essere mamma?
All’inizio non è stato facile. Far corrispondere orari, appuntamenti e scadenze è sempre una sfida con il tempo. Poi, grazie all’aiuto prezioso della nonna – che mi piace definire “santissima” – tutto diventa più fattibile, anche se basta l’influenza di turno a mandare a rotoli la mia organizzazione e ogni cosa è inevitabilmente da riprogrammare.

Com’è iniziata la collaborazione con mammabollita?
Come da perfetto manuale bollito, precisamente con una riunione in cui sono arrivata in ritardo e trafelata, con la curiosità per una bella esperienza nuova e una borsa che pareva quella di Mary Poppins. Poi, davanti a un caffè, mi sono immediatamente identificata nei racconti e nelle esperienze quotidiane condivise.

bozzetti a matita: studio del volto mammabollita

Com’è nata l’immagine di mammabollita?
Inizialmente, volevo ritrarre le tre ideatrici del libro per trasformarle in fumetto, poi ho pensato che qualsiasi mamma potesse rivedere se stessa. Così, ho riassunto le caratteristiche fisiche quasi inevitabili per tutte: capello indiavolato, viso dolce e accogliente, corpo dinamico, anche se non perfetto. E ho illustrato il suo mondo intorno. Man mano che finivo le situazioni, mi sono appassionata e affezionata al personaggio, che rappresenta anche la mia realtà quotidiana, in bilico tra microdrammi e la gioia di essere una mamma moderna.

Raccontaci la tua bollitura più esilarante
Durante una telefonata di lavoro, con sottofondo mia figlia che cantava, cercavo di darmi un tono alquanto professionale. Alla fine sono scappata in bagno ma, non potendo vedere il monitor, ho dovuto improvvisare un sospetto blocco del computer.

Grazie Alessandra!

Per chi volesse conoscere o contattare Alessandra, può visitarne il sito.

Grazie a chi ci segue: FOLLOWER

Capitolo Follower

Immagine tratta dal libro

Follower, è così che si intitola uno dei capitolo del libro Mammabollita – bolle di buonumore per mamme imperfette. Un capitolo interamente dedicato a voi: i nostri “seguaci”, così come definiti nell’epoca virtuale. Mamme, papà, nonni e non solo, tutti voi, che sin da subito avete riso con noi e vi siete ritrovati, o direttamente o tramite il vissuto di altri, nelle nostre reali e, a tratti, buffe situazioni.

In questo capitolo abbiamo voluto raccogliere tutte le bolliture delle nostre mamme, sia le regine della bolla settimanale, sia le partecipanti, sia coloro che hanno inviato a sonouna@mammabollita.com le loro “disavventure”, contribuendo a non farci sentire le uniche bollite. E questo, cioè ricevere le vostre “bolliture”, è stato ed è uno dei momenti più gratificanti, oltre che essere divertente e consolatorio. Sappiate che nelle disavventure di voi follower, nei vostri spiritosi aneddoti, anche noi, che lavoriamo giorno dopo giorno al successo di mammabollita, appuntandoci tutto quello che ci capita di ridicolo, ci immedesimiamo e, soprattutto, consoliamo.  Sulla stessa barca condividiamo, con una sferzata d’ironia, le nostre e vostre esperienze!

Ad ogni vostro like, un’emozione unica ci avvolge. È sempre bello sapere che altre mamme affrontano la vita con il nostro stesso spirito, ironico e sarcastico, e senza perdersi mai d’animo. D’altronde, questo è lo spirito con cui una vera mammabollita intraprende le corse e gli impegni della sua vita quotidiana e questo capitolo è il suo GRAZIE a voi tutti, che avete creduto in lei, in noi. Continuate a seguirci!

 

Ultimi articoli