Posts Tagged mammabollita

Prima di essere mamme, siamo Donne

comicbimbi_01Tra i vantaggi di essere mamma, non c’è da escludere le due feste che ricorrono ogni anno e che ci vedono protagoniste incontrastate: la Festa della Mamma e la Festa della Donna. In vista del nostro “giallo” 8 marzo, eccomi qui a ricordare a tutte le mammebollite, che prima di essere mamme, siamo Donne!

La giornata internazionale della donna nasce per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui purtroppo sono ancora oggetto.

Figlia, compagna, lavoratrice, mamma e, soprattutto, donna: teniamolo sempre a mente, noi  siamo  tutto questo, un insieme di ruoli che cerchiamo di conciliare al meglio. Certo, non è per niente facile, anche perché da quando si è mamme le priorità cambiano radicalmente, infatti sembra quasi che tu non possa essere nient’altro che questo. Un tempo ci si vestiva da battaglia, ci sentivamo donne senza bisogno dell’8 marzo. Tanto che quella data era solo un pretesto per uscire e divertirsi. Ora ti vesti comoda, anche perché la maggior parte delle volte hai a seguito la prole che la battaglia te la fanno fare realmente tra corse, oggetti che cadono e borse stra pesanti con dentro l’occorrente che manco nei loro primi mesi di vita ti portavi dietro. Ora l’8 marzo ti ricorda che per quanto tu possa essere cambiata, per quanto la tua vita possa essere stata stravolta, riesci a collimare tutti i tuoi ruoli proprio perché  SEI donna! E scusate se è poco, ma  c’è da esserne fiere!

Carnevale Bollito

Perché Carnevale Bollito? Già per il solo fatto che ne parliamo quasi in dirittura d’arrivo, non può che non essere bollito. La mammabollita inizia a pensare al carnevale con l’apertura di febbraio, facendo scorte di coriandoli, stelle filanti e butta l’occhio sui prezzi dei costumi per i travestimenti. Butta l’occhio è lì le rimane tra l’altro, perché trovare un vestito che costi meno di 20€ le farà perdere 2 settimane di tempo, arrivando così agli sgoccioli e all’ultimo senza avere idea precisa di cosa indosserà il figlio il giorno dei festeggiamenti!

Meno male che poi c’è sempre l’alternativa: la mammabollita che pensa anche all’economia domestica, decide infatti di buttarsi, o almeno si vorrebbe buttare, sul fai da te con un vestito originale (e a questo proposito vi rimando alla nostra bacheca Pinterest – Carnival Ideas, con tante idee strepitose, uniche, economiche e veloci per i travestimenti di tutta la famiglia). Il suo unico e vero ostacolo è naturalmente il tempo che le rimane a disposizione e anche quando arriva in anticipo sul festeggiamento, ha il figlio che le si ammala. Insomma, il carnevale per lei è per forza di cose bollito!

L’importante è però avere fatto scorta di tutto ciò che al figlio realmente interessa. 2014-03-08 14.38.19Sembrano astuti sin da piccoli, perché le stelle filanti non vengono mai prese seriamente in considerazione, forse perché i monelli già sanno che in realtà è il coriandolo il vero nemico della mamma! Quel pezzettino di carta colorata che la perseguiterà per almeno un anno, trovandoselo in tutte le borse, nelle tasche delle giacche, nei passeggini e nei pon pon dei cappelli invernali. E povera mammabollita, fa scorte di coriandoli sapendo che comunque non basteranno mai, visto e considerato che ai piccoletti non basta lanciarne manciate, ma sembra preferiscano svuotare il sacchetto direttamente a terra per poi in seguito, recuperarli da lì!

Se un tempo la sua ansia era schiuma da barba, uova e bombolette spray di stelle filanti, almeno adesso ha la semi certezza che festeggiando in piazza con la sua dolce creatura, il peggio che le potrebbe capitare è sedersi al posto del figlio al trucca bimbi dopo aver fatto una fila interminabile, esausta dal capriccio del figlio!

Buon Carnevale Bollito mamme!

 

 

mammabollita al MammaCheBlog Creativo

Presso Fonderia Napoleonica

Come faceva a mancare mammabollita al MammaCheBlog Creativo?! Organizzato da FattoreMamma, più che mai creative all’edizione del 2014, quest’anno abbiamo portato la nostra ultima creazione, il nostro gioiellino, il libro Mammabollita, bolle di buonumore per mamme imperfette.

Come sempre è stata una giornata interessante e costruttiva quella trascorsa alla Fonderia Napoleonica di Milano. Dopo una deliziosa colazione offerta da Caffè Vergnano abbiamo partecipato alla presentazione del libro Salta Bart! di Susanna Tamaro. È stata proprio l’autrice ad incontrare noi mamma blogger affrontando il tema del rapporto tra ragazzi e tecnologia. “Lasciate mai i vostri figli da soli davanti al computer o ad un tablet!?” Questa una delle domande che personalmente mi hanno fatto riflettere e dopo diversi mea culpa abbiamo incontrato e chiacchierato con altre colleghe, compagne di tweet, mamme bollite e portatrici di idee e di passioni realizzate.

FAI – Villa Panza foto di Giampiero Riva

Sono seguiti diversi altri dibattiti tra cui “Parlare in Immagini“.  Il titolo del talk racconta già tutto e a spiegarci meglio di come usare le immagini nei blog e sui social network per comunicare e promuovere la propria creatività, sono intervenuti Camilla Ronzullo e Giampiero Riva e l’immagine qui a lato è stata tra le miriadi di foto straordinarie da lui scattate e postate, quella che più mi ha colpito. Ha dato qualche suggerimento riguardo l’uso dei filtri in applicazioni come Instagram, consigliando di non abusarne e di osservare attentamente tutto quello che ci circonda.

Parallelamente ai dibattiti si sono tenuti dei piccoli laboratori creativi, come Cucito, Uncinetto, Knitting e Cake Design, in quest’ultimo ad esempio si è modellato un pupazzo di neve in pasta di zucchero.

Dopo il pranzo offerto da VivaLaMamma Beretta sono continuati i talk. “Quanto valgono il tuo tempo e la tua creatività?” un panel che ha affrontato un tema molto delicato soprattutto per le mamme blogger, quelle creative e le freelance ed è stato molto divertente guardare il video realizzato dal team di #coglioneno, sul tema dei lavori da libero professionista spesso ripagati con della semplice pubblicità sui social network.

Ultimo dibattito da cui abbiamo appreso qualche dritta in più è stato quello relativo alla vendita della propria creatività, sfruttando piattaforme online esistenti per la commercializzazione delle proprie idee e realizzazioni. Ed è proprio a questo riguardo che mammabollita è all’opera, perché non ci siamo scordate delle magliette e dei body tanto richiesti e quanto prima possibile, vi sorprenderemo, promesso! 10385600_304110089782579_5922502576488049581_n

 

Il mondo dei PIPS: l’app

PIPS-2-ITA-700x394Si sa, le icone del tablet della mammabollita sono ormai tutte app per bambini; e allora perchè farsi scappare Pips’ World, la nuova app bilingue di Edizioni Piuma!? Un’app intuitiva, rivolta all’età prescolare, con storie divertenti e personaggi piccoli, tondi e variopinti impegnati a proteggere Madre Natura. Il mondo dei Pips accompagna i bambini nella vita quotidiana, aiuta le mamme a intrattenerli e addirittura…a metterli a nanna.

I Pips piaceranno prima di tutto ai bambini, perché con loro hanno molte cose in comune: allegri e un po’ dispettosi, vivaci e pasticcioni, sono un gruppo di creature alte un pollice dai nomi e costumi ispirati alla Natura. pips world

La mammabollita se ne innamora subito dal primo istante e confida in loro il potere di far piacere la verdura al proprio figlio, senza dover ricorrere ai famosi ravioli ricotta e spinaci o doversi inventare piatti all’interno dei quali inserire triti di ogni tipo. Sì perché i Pips vivono nei fagioli dell’orto in cui è ambientata la storia e sono personaggi che hanno in testa buffe e colorate acconciature che ricordano un ortaggio o una frutta. Sono quasi sempre impegnati a contrastare le malefatte e le invenzioni di Attilius Vermetti, il malvagio spazzino che si diverte a sporcare tutto e presto si cimenteranno anche in ricette golose e facili in formato tutorial, per far cucinare insieme mamme e bambini.

L’app è corredata da piccoli tool di grande utilità, dalla ninna nanna con la luce soffusa che va spegnendosi via via, al piattino di frutta e verdura da finire con gusto per dare nuovi superpoteri al Pip preferito. A questi quadri si può accedere anche tramite il fagiolino in basso a destra nella home page dell’app, identificato con la scritta SOS – Mamma e Papà. Alla narrazione della storia – l’opzione lingua straniera consente di passare all’inglese in ogni punto della storia – si affiancano tanti giochi interattivi che stimolano la curiosità e l’intelligenza del bambino.

Pips’ World e le bolle muffose” è disponibile su AppStore e sarà seguita da altre storie, avventure e da altre app e nuovi personaggi anche per i più grandicelli, come Drimillo il cattura sogni.

 

 

 

Due chiacchiere con…

doppiaMammabollita

bozzetti a matita: doppia mammabollita

Oggi scambiamo due chiacchiere con Alessandra Mantegazza, moglie, mamma e soprattutto talentuosa illustratriceÈ proprio lei ad aver curato le divertenti e suggestive illustrazioni, che corredano i capitoli del libro di mammabollita, cogliendone la realtà con simpatia e semplicità.

Che lavoro svolgi?
Mi occupo di grafica e comunicazione. Quando ero in gravidanza, in uno dei miei momenti creativi, ho anche ideato una linea d’abbigliamento intimo spiritoso, fatto di vere e proprie caramelle.

Riesci a gestire bene la libera professione con il tuo essere mamma?
All’inizio non è stato facile. Far corrispondere orari, appuntamenti e scadenze è sempre una sfida con il tempo. Poi, grazie all’aiuto prezioso della nonna – che mi piace definire “santissima” – tutto diventa più fattibile, anche se basta l’influenza di turno a mandare a rotoli la mia organizzazione e ogni cosa è inevitabilmente da riprogrammare.

Com’è iniziata la collaborazione con mammabollita?
Come da perfetto manuale bollito, precisamente con una riunione in cui sono arrivata in ritardo e trafelata, con la curiosità per una bella esperienza nuova e una borsa che pareva quella di Mary Poppins. Poi, davanti a un caffè, mi sono immediatamente identificata nei racconti e nelle esperienze quotidiane condivise.

bozzetti a matita: studio del volto mammabollita

Com’è nata l’immagine di mammabollita?
Inizialmente, volevo ritrarre le tre ideatrici del libro per trasformarle in fumetto, poi ho pensato che qualsiasi mamma potesse rivedere se stessa. Così, ho riassunto le caratteristiche fisiche quasi inevitabili per tutte: capello indiavolato, viso dolce e accogliente, corpo dinamico, anche se non perfetto. E ho illustrato il suo mondo intorno. Man mano che finivo le situazioni, mi sono appassionata e affezionata al personaggio, che rappresenta anche la mia realtà quotidiana, in bilico tra microdrammi e la gioia di essere una mamma moderna.

Raccontaci la tua bollitura più esilarante
Durante una telefonata di lavoro, con sottofondo mia figlia che cantava, cercavo di darmi un tono alquanto professionale. Alla fine sono scappata in bagno ma, non potendo vedere il monitor, ho dovuto improvvisare un sospetto blocco del computer.

Grazie Alessandra!

Per chi volesse conoscere o contattare Alessandra, può visitarne il sito.

Grazie a chi ci segue: FOLLOWER

Capitolo Follower

Immagine tratta dal libro

Follower, è così che si intitola uno dei capitolo del libro Mammabollita – bolle di buonumore per mamme imperfette. Un capitolo interamente dedicato a voi: i nostri “seguaci”, così come definiti nell’epoca virtuale. Mamme, papà, nonni e non solo, tutti voi, che sin da subito avete riso con noi e vi siete ritrovati, o direttamente o tramite il vissuto di altri, nelle nostre reali e, a tratti, buffe situazioni.

In questo capitolo abbiamo voluto raccogliere tutte le bolliture delle nostre mamme, sia le regine della bolla settimanale, sia le partecipanti, sia coloro che hanno inviato a sonouna@mammabollita.com le loro “disavventure”, contribuendo a non farci sentire le uniche bollite. E questo, cioè ricevere le vostre “bolliture”, è stato ed è uno dei momenti più gratificanti, oltre che essere divertente e consolatorio. Sappiate che nelle disavventure di voi follower, nei vostri spiritosi aneddoti, anche noi, che lavoriamo giorno dopo giorno al successo di mammabollita, appuntandoci tutto quello che ci capita di ridicolo, ci immedesimiamo e, soprattutto, consoliamo.  Sulla stessa barca condividiamo, con una sferzata d’ironia, le nostre e vostre esperienze!

Ad ogni vostro like, un’emozione unica ci avvolge. È sempre bello sapere che altre mamme affrontano la vita con il nostro stesso spirito, ironico e sarcastico, e senza perdersi mai d’animo. D’altronde, questo è lo spirito con cui una vera mammabollita intraprende le corse e gli impegni della sua vita quotidiana e questo capitolo è il suo GRAZIE a voi tutti, che avete creduto in lei, in noi. Continuate a seguirci!

 

La copertina: l’abito del nostro libro

copertinaColorata ma pur sempre verde, rigida ma dai contenuti soft, minimalista ma ricca di dettagli. Questa la copertina del libro Mammabollita, la raffigurazione di una donna nelle vesti di mamma, un po’ spettinata, serena, preoccupata ma fiduciosa, che cerca di tenere in equilibrio tutto quello che in fin dei conti la completa. Figli, casa, lavoro e la sua voglia di continuare a sentirsi femminile. Perché alla fine è questo quello che le ruota attorno, è questo quello per cui lei vive ed è questo quello che la rende ironicamente e pur sempre bollita.

Nella copertina abbiamo voluto che la mamma fosse circondata da quegli ingredienti che le riempiono le giornate e che se mescolati energicamente insieme, la trasformano in una perfetta mammabollita.

Biberon e orsacchiotto, ricordano inevitabilmente i figli, coloro che le hanno completamente cambiato la vita. In fin dei conti è mamma grazie a loro ed è dai loro sorrisi che trova sempre la forza per andare avanti.

L’insalata e lo spolverello per non dimenticare che c’è anche l’economia domestica ad invadere quelle poche ore sempre meno libere che le rimangono.

Agenda e cellulare: due elementi che non mancano nell’organizzazione di una mamma. Riunioni e colloqui all’asilo, feste di compleanno, telefonate da fare e come se non bastassero, commissioni e liste della spesa meglio quest’ultime, se scritte su fogliettini svolazzanti infilati in borsa come fossero carte di caramella da ricordarsi di buttare a casa.

E infine lei, la scarpa col tacco. Quell’accessorio che fa di una donna, la donna. Che piaccia o no, almeno una volta nella vita, quella scarpa è stata indossata e la sensazione di femminilità provata è unica nel suo genere. Certo perchè la mammabollita sa di essere donna prima di ogni altra cosa e nel suo calderone di impegni e cose a cui pensare c’è anche quello di dedicarsi sempre del tempo, dei minuti o quel poco che ormai le è rimasto. Magari si vedrà goffa e non più sensuale come un tempo, ma condividere quella sensazione con le altre mamme, la farà sorridere e sentirsi a suo agio.

Questo è il vestito che abbiamo voluto dare al nostro libro. Mammabollita – bolle di buon umore per mamme imperfette, nelle librerie dal prossimo 18 novembre. Non vi resta che scoprire gli altri contenuti, continuate a seguirci.

Mammabollita e le sue bolle di buonumore

Oggi voglio raccontarvi come abbia visto la luce il nostro libro “Mammabollita, bolle di buonumore per mamme imperfette”, edito da Mondadori Electa, che troverete in tutte le librerie dal 18 novembre prossimo. Un libro regalo di piccolo formato, che intende parlare a tutte le mamme “bollite” e che fa sorridere di tutte quelle situazioni stravaganti, cui inevitabilmente ognuna di noi si imbatte.copertina

Quante volte sarà capitato anche a voi di pensare, o anche dire: voglio scrivere un libro, il sogno di molti, e anche il nostro. Che sia lungo o breve, che possa piacere o no, la nascita di un libro – di qualsiasi tipo esso sia – è un po’ come mettere al mondo un figlio. E anche per noi, in fondo, è stato così. Scriverlo e vederlo poi pubblicato ci ha regalato tanta emozione, come il sapore di un’ “eredità” che lasciamo agli altri, qualcosa di unico e speciale che parla anche di noi a voi, da mamme a mamme, da donne a donne. E non solo. Questo libro è diventato di fatto come una nostra creatura, che giorno dopo giorno ha avuto bisogno di cure, attenzioni e di tutto il nostro amore per poter crescere.

Benché piccolo e in realtà solo una semplice raccolta di esilaranti situazioni, è infatti il prodotto del nostro amore, della nostra amicizia e della nostra reciproca stima, tutti ingredienti senza i quali non avrebbe potuto prender forma. Ognuna di noi ha portato con sé la voglia di raccontarsi, di ascoltare, di conoscersi, di confrontarsi apertamente, mettendo a disposizione l’una dell’altra le proprie esperienze ed emozioni, oltre che le idee e la creatività.

È stata lei, la mammabollita, ad aver stimolato la nostra fantasia, anche se in verità non ci siamo inventate nulla. Tutto quello che leggerete è frutto della realtà che ogni giorno viviamo nelle vesti di donne, amiche, madri e mogli, che si barcamenano tra mille impegni a ritmi talvolta stressanti.

Quando abbiamo iniziato, non avevamo idea di cosa avremmo scritto ma, man mano che proseguivamo, ci siamo accorte che tutto ci arrivava spontaneamente e che allo stesso tempo sarebbe stato d’aiuto a chi avesse avuto voglia di confrontarsi, di condividere, di dedicare un po’ di tempo per sé, senza mai prendersi troppo sul serio. Per scriverlo abbiamo trascorso tanto tempo insieme, abbiamo anche lavorato via email, skype, al telefono, sempre restando in contatto l’una con l’altra, con una forza che ci guidava e univa le nostre idee.

illustrazione_libroRealismo e leggerezza, sdrammatizzando imprevisti e difficoltà quotidiane, sono stati fin da subito i nostri preziosi alleati. E ci auguriamo che possano diventare anche i vostri, nel momento in cui vi identificherete nelle simpatiche “scenette” che leggerete e davanti a cui non potrete non sorridere. Perché questo vorremmo: regalarvi una nuova visione, un nuovo modo di affrontare le cose, con un sorriso che stenda tutti – voi comprese – e che vi metta sempre di buonumore.

A corredare, poi, le nostre pagine ci pensano le illustrazioni di Alessandra Mantegazza, una per ciascun capitolo del libro. Divertenti e ricche di particolari sapranno coinvolgervi e divertirvi.

Un libro come puro divertimento, ma capace anche di comunicare qualcosa: condividere esperienze e vissuti comuni per sentirsi meno sole, ridere e sorridere insieme per non perdersi d’animo e sentirsi bene, cogliere il lato umoristico della vita per insegnarlo – perché no – anche ai nostri figli.

Buona lettura e buon divertimento!

Buon compleanno, mammabollita!

601103_170346133158976_1059649240_n[1]Sembra ieri quando ci trovavamo al bar, ogni santo mercoledì, per ritrovarci, chiacchierare, scambiarci le nostre confidenze. In poco tempo, la nostra colazione è diventata un’istituzione. E così, tra un cappuccino e una brioche, un cambio di pannolini e una poppata, è nata, come per magia, la nostra mammabollita. Osservandoci e ascoltandoci, la nostra idea ha preso pian piano forma. Non ci siamo inventate nulla di nuovo, abbiamo semplicemente riportato la vita quotidiana di noi mamme imperfette su una Fanpage Facebook.

Realismo, leggerezza e tanta ironia hanno iniziato a condire le nostre frasi, brevi ma efficaci, in cui molte mamme hanno iniziato a identificarsi. Questa è stata la nostra grande forza: aver avuto il sostegno di chi, fin dal primo momento, ha iniziato a credere in noi e a sorridere con noi.

Era il 31 ottobre 2014, quando abbiamo pubblicato il nostro primo post.
frase-mtv
Nulla di più vero. I tempi sono decisamente cambiati. La mammabollita attende con impazienza il Pampersday. Del resto, chi meglio di lei conosce alla perfezione il mondo dei pannolini: prezzi, offerte e modelli. Da quel primo post il passo ad altre iniziative è stato breve.

Abbiamo gironzolato per i corridoi della fiera di “Fa’ la cosa giusta”.

Ci siamo fatte conoscere e col divertimento che ci contraddistingue abbiamo coinvolto pubblico ed espositori con le nostre simpatiche vignette.

fag

Poi, sono arrivate loro: le bolliture della settimana, ovvero aneddoti strampalati inviati dalle nostre follower che, come noi, hanno iniziato a ironizzare sui propri errori. Ricevere le bolliture è sempre appagante, oltre che divertente e consolatorio. Anche noi abbiamo imparato a immedesimarci nelle disavventure e peripezie delle nostre seguaci.

reginabolla

Hanno anche iniziato a parlare di noi…

gg

In occasione, poi, della festa della mamma, abbiamo voluto festeggiare con il nostro primo aperitivo “bollito”, a cui ha fatto da sfondo la ludoteca di Milano Doudou.

apebollito

Sempre a maggio è stata la volta di MammacheBlog, il raduno per eccellenza di tutte le mamme blogger d’Italia.

E noi potevamo forse mancare? Ma certo che no!
mcb

E, infine, a settembre la collaborazione preziosa con Baby Planner Italia ci ha visto protagoniste dello speciale evento Bike for Family, una giornata spensierata all’aria aperta e all’insegna della mobilità sostenibile, a cui hanno aderito numerose famiglie.

biciclettata
Arriveranno anche loro: i nostri gadget come, per esempio, t-shirt adulti e body neonati! Non ci resta che aspettare…Coming soon!
gadget

E, ora, a coronare il nostro primo anno di vita, progetti, sogni e tanta tanta allegria, arriva il nostro ultimo frutto, per chiudere in bellezza questo ricco 2014: ancora pochi giorni e ve lo riveleremo! Stay tuned…e, intanto, buon compleanno mammabollita!

mammabollita online!

A un anno dalla creazione della sua pagina Facebook, che conta più di 800 follower, mammabollita è online!

Qui troverete  un “posto” speciale in cui rifugiarvi, scherzare, confrontarvi e, perchè no, scoprire suggerimenti e contenuti utili alla vostra vita da mamma, che quotidianamente deve fare i conti con tutto, cercando di sopravvivere a famiglia, lavoro e casa.

tondo_mabomammabollita è un progetto in continuo divenire, per il quale c’è ancora molto da fare. Ma, per il momento, riprendiamo le fila del discorso da qui. Nel frattempo, chi si riconosce in mammabollita può sempre inviare frasi o “bolliture” della settimana a: sonouna@mammabollita.com. Coraggio, mamme! Siamo in tante sulla stessa barca e sulla buona strada per diventare perfette mamme bollite!

A presto con molte novità….altre iniziative bollono in pentola!

Francesca, Maddalena e Tamara

 

Ultimi articoli