Posts Tagged referenze

Cerchi una baby sitter, colf o badante?

1044100_742235092538761_2340637714946056581_nHo letto proprio di recente una frase che mi ha fatto molto sorridere: «a volte trovare una babysitter è più difficile che concepire un bambino». Personalmente, non mi sono ancora trovata nella situazione di doverne cercare una, ma da quanto ne so la ricerca si fa spesso disperata. E non è un caso che, oltre al passaparola, ci si rivolga sempre più a società di consulenza addette a ricercare personale domestico qualificato e referenziato.

A questo proposito, abbiamo fatto due chiacchiere con Serena Corechà, titolare di Zero Zero Sitter, che gestisce insieme alla collega, nonché amica, Caterina.

Come nasce Zero Zero Sitter?
Questa società nasce nel 2011 a Milano, per poi raddoppiare nel 2014 con la succursale romana. Fonte di ispirazione è stata la mia stessa esperienza personale e familiare, in quanto nata in una famiglia con due sorelle minori, genitori impegnati e nonni non sempre reperibili. Proprio così è nata l’idea, con lo scopo di aiutare le famiglie in difficoltà nella ricerca di personale referenziato: dalle puericultrici alle tate, dalle badanti a figure professionali, quali governanti, cameriere, fino ad operatori socio sanitari e infermiere.

Come avvengono le vostre selezioni?
Le selezioni prevedono sempre un’attenta scrematura dei curricula che ci pervengono, a cui segue un primo colloquio conoscitivo e un controllo meticoloso delle referenze. Le collaboratrici, di cui ci avvaliamo, vantano un’esperienza pregressa pluriennale di tutto rispetto.

Su cosa puntate?
In primis, sulla competenza del nostro personale. Poi, senza dubbio, cerchiamo di essere rapidi nel proporre le candidature alle famiglie, a cui garantiamo sempre una sostituzione entro sei mesi del personale prescelto, qualora non ci si trovasse più bene, cosa che capita raramente, in quanto cerchiamo di fiutare con molta attenzione le nostre candidate.

Ad oggi come siete sviluppati?
Con orgoglio posso dire di aver aiutato centinaia di famiglie e che nel nostro data base ci siano più di 1000 candidate. Ci siamo affermate come Family Planner a tutti gli effetti. Selezioniamo e ricerchiamo personale su Milano e Roma, ma a volte ci capita di gestire anche richieste in altre città d’Italia o, addirittura, all’estero. Insomma, siamo in continua evoluzione.

Qual è il servizio più richiesto?
Quello più gettonato resta il babysitting, preferibilmente non madrelingua italiana, per fare in modo che i bambini crescano conoscendo una lingua straniera (inglese, spagnolo e russo tra le più richieste). Seguono le colf e le badanti per gli anziani. Spesso il servizio di collaboratrice domestica viene “incluso” con il lavoro di baby sitter o badante.

Come deve essere, secondo te, la tua tata ideale?
Prima di tutto deve vantare un’esperienza pregressa e deve essere in possesso di referenze ben controllabili. In particolare, nel caso specifico delle baby sitter, dovrebbero avere un’esperienza pregressa nella formazione infantile, per poi diventare un punto di riferimento valido per tutta la famiglia, a partire dai più piccini.

Ultimi articoli